qua vanno i suggerimenti

Catania

Castello Ursino

Ricostruzione del Castello

il castello

Il castello Ursino (il cui nome deriva da Castrum Sinus: “Castello del golfo”) fu voluto da Federico II di Svevia e sorse fra il 1239 ed il 1250, nel suo intento di voler manifestare il più complesso sistema difensivo costiero della Sicilia Orientale. Si tratta di un castello costruito in pietra lavica, a pianta quadrata con quattro angoli dotati da torrioni circolari, nel cuore del centro storico di Catania.
A differenza del lato sud, molto cambiato nel tempo, il lato nord è quello che più conserva le sue caratteristiche originali invariate nel tempo. Rimane comunque caratterizzato da una “porta falsa” che conduceva all’imbarcadero a mare perché proprio quest’ultimo lato, fino alla metà del XVII secolo, era direttamente affacciato sulla spiaggia e le acque del Mar Jonio. L’eruzione del 1669 e il terremoto del 1693, però, portarono diverse modifiche nel territorio attorno il castello, facendo sì che la sua imponenza e la sua magnificenza fossero occultate per sempre.
Nel corso della storia, il castello venne anche adibito a carcere, utilizzandone le grandi sale del piano terra per creare degli ambienti minori dove stavano come le anime dannate nei cosiddetti dammusi (piccole celle); ne sono testimonianza, infatti, i graffiti che ne caratterizzano le pareti come ad esempio, la frase incisa “fui carceratu”.
Nel 1932 il castello venne acquisito dal comune e sottoposto a restauri che terminarono nel 2009 e, dal 1934 è adibito a musei civico di Catania.
 


Lascia un commento:


Condividi su Facebook:

Tutte le attività con partenza da Catania


L'azienda

Info e condizioni

Link Utili

Scopri Sicilia


© In Sicilia Vacanze 2013 - 2019


Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.