qua vanno i suggerimenti

Catania > Tutte le attività

Pagando un acconto pari al 20%

Transiciliana: Corleone - Etna

15 Giorni

Tutti i giorni

  • Bosco di Ficuzza
  • Rocca Busambra
  • Godrano
  • Cefala Diana
  • Roccapalumba
  • Grotte della Gurfa
  • Valledolmo
  • Parco Naturale delle Madonie
  • Gibilmanna
  • Cefalù
  • Castelbuono
  • Fiume Pollina
  • Parco dei Nebrodi
  • Lago Maulazzo e Lago Biviere
  • Fiume Alcantara
  • Parco dell'Etna
  • Livello: comodo in tutte le andature (passo, trotto, galoppo).
  • Pubblico: A partire da 16 anni
  • Info: tra 5 e 9 ore in sella al giorno. È necessario padroneggiare tutte tre le andature. Bisogna essere fisicamente in forma. Questo programma si rivolge a cavalieri con buona esperienza.

Descrizione

1° giorno: Arrivo a Corleone, cena e pernottamento in agriturismo

2° giorno - ore di cavallo: 7
Colazione e partenza intorno alle 8:30, il trekking inizia con l'attraversamento di campi sterminati coltivati a foraggio e grano che ancora oggi rappresenta la principale produzione agricola dell'isola, considerata fin dall'epoca romana un'immenso granaio. Si passa in seguito dalla riserva forestale di Pirello e si arriva dopo circa 3 ore all'interno della riserva del Bosco di Ficuzza, istituita dal re Ferdinando di Borbone nel 1799 come sua personale riserva di caccia, e che con i suoi circa 7,400 ettari di estenzione rappresenta uno dei boschi naturali di Sicilia più estesi e meglio preservati. Li si effettua il pic nic sotto l'imponente Rocca Busambra, che con i suoi 1602 metri di altezza rappresenta il rilievo più alto della Sicilia occidentale e si prosegue nel pomeriggio attraverso i boschi della riserva, i quali accolgono una grande varietà di piante indigene tra cui prevalgono rovere, lecci, frassini, pini. Arrivo nel tardo pomeriggio in agriturismo. Cena e pernottamento in agriturismo.

3° giorno - ore di cavallo: 8
Colazione e partenza intorno alle 8:00. Passaggio dal paesino di Godrano, famoso per la sua produzione di formaggi, proseguimento per Cefala Diana famosa per il suo castello di origine araba, poi Villafrati e Ciminna, il cui territorio si caratterizza da formazioni rocciose composte da cristalli di gesso e dove si effettua il picnic. Nel pomeriggio proseguimento per Roccapalumba, soprannominato "paese delle stelle" ed arrivo a Villa Dafne dove si cena e si pernotta. 

4° giorno - ore di cavallo: 5
Colazione e partenza intorno alle 8:30, passando in mezzo ai campi seminativi attraverso regie trazzere istituite in epoca borbonica ed ancora oggi percorse dalle mandrie che si spostano da nord a sud, dalle coste all'entro-terra, nel corso delle stagioni. Si passa poi sotto il paese di Alia e si arriva alle Grotte della Gurfa, tomba di Minosse, re di Creta venuto in Sicilia a caccia di Dedalo ed ucciso con l'inganno dalle figlie del re Sicano Kokalo, poi trasformate in tempio in epoca classica, in magazzini per il grano in epoca romana, in dimora di lusso in epoca araba, in stalla fino al 1997 ed oggi patrimonio culturale del comune di Alia. Qui si effettua il pic nic. Nel pomeriggio proseguimento attraverso le trazzere al paese agricolo di Valledolmo e poi cena e pernottamento.

5° giorno - ore di cavallo: 7
Colazione e partenza dall'agriturismo intorno alle 8:30, passaggio attraverso i campi fino all'antico paesino arroccato su una montagna di Sclafani Bagni, dove si possono visitare i ruderi del castello alto-medievale e prendere un caffé al bar, prima di continuare il cammino in direzione della sorgente termale di Sclafani Bagni, dove si effettua il picnic e ci si può immergere nella vasca dalle benefiche acque sulfuree. Pic nic e proseguimento nel pomeriggio seguendo il corso del fiume Salito, affluente dell'Imera Settentrionale, limite occidentale del territorio delle Madonie, cena e pernottamento.

6° giorno -  ore di cavallo: 6
Colazione e partenza intorno alle 8:30. Questa giornata si svolge nel cuore del Paro Naturale delle Madonie, che con i suoi 40 mila ettari di superficie rappresenta la più grande biodiversità di tutta l'isola (accoglie più specie di tutte quelle presenti in Gran Bretagna). Dopo aver lasciato l'agriturismo si comincia a salire per arrivare ben presto ad alte quote dove la vegetazione e i paesaggi cambiano drasticamente e si attraversano fitti boschi di lecci e rovere per arrivare nel pomeriggio nel paesino tipico e medievale di Isnello. Cena e pernottamento.

7° giorno - ore di cavallo: 6
Colazione e partenza da Isnello intorno alle 8:30. Si inizia il percorso in direzione del mare, passando da zone interessantissime dal punto di vista botanico e panoramico. Si arriva per l'ora del pic nic a Gibilmanna, sede del santuario della famosa Madonna, meta di pellegrinaggi spirituali da tutta la Sicilia. Si prosegue la discesa nel pomeriggio e si arriva a Turismo Rurale Cefalù, una bellissima struttura immersa nel verde, tra uliveti e sughereti, provvista di piscina. Cena e pernottamento.

8° giorno - riposo: Visita guidata facoltativa della cittadina storica e balneare di Cefalù 

9° giorno - ore di cavallo: 7
Colazione e partenza intorno alle 8:00. Il percorso inizia attraverso un’area altamente panoramica e molto varia in cui troviamo boschi di sughero, macchia mediterranea, vigne, uliveti e pascoli.
Dopo aver passato il territorio di Santa Anastasia, sede di un’antica abbazia di epoca normanna e rinomata azienda vinicola, si continua attraverso le campagne intorno a Castelbuono, ridente cittadina medioevale ricca di storia e di tradizioni, fino a ragiungere la valle selvagia del fiume Pollina (considerato il limite orientale del territorio delle Madonie) dove si svolge il nostro picnic e che risaliamo poi fino all’agriturismo, una masseria ottocentesca recentemente ristrutturata, sulla sponda del torrente Rainò, affluente del fiume Pollina, immersa nella tipica campagna siciliana coltivata a grano e foraggio. Qui potrete gustare una lauta cena a base di prodotti tipici locali, direttamente raccolti nell’azienda. Cena e pernottamento.

10° giorno - ore di cavallo: 7
Colazione e partenza intorno alle 8:30. Dal nostro agriturismo percorriamo un’antica trazzera (via di transumanza risalente almeno all’epoca borbonica) altamente panoramica, attraversando i campi di grano e foraggio fino ad una quota di circa mille metri, per poi passare proprio sotto le gigantesche pale di una centrale eolica e di arrivare a passo Malpassetto ai confini delle province di Palermo, Enna e Messina. Si passa nei boschi della riserva Campanito-Sambughetti dove si possono vedere delle abitazioni rupestri scavate nella roccia ancora oggi utilizzate dai pastori locali, fino all’agriturismo “La Sugherita”, dove soggiorniamo per la nostra terza notte. Cena e pernottamento.

11° giorno - ore di cavallo: 7
In questa tappa si entra nel cuore del Parco dei Nebrodi, percorrendo la famosa "Dorsale" una lunga strada sterrata tra boschi e pascoli di alta montagna. Un luogo ricco di fascino e di panorami straordinari che guardano a nord sul mar tirreno con vista splendida sulle isole Eolie e a sud con la vista sull'entroterra siculo delle province di Enna, Caltanissetta, Agrigento, Siracusa, Catania e l'Etna che giganteggia su tutto. Si entra attraverso i boschi faggi nel territorio di San Fratello, famoso per i suoi cavalli sanfratellani, razza autoctona molto forte e resistente, e dalla testa molto grande, i cui esemplari si possono vedere pascolare allo stato brado. Il pranzo si svolgerà al sacco in una piccola radura all'ombra di alberi secolari, presso una sorgente di acqua (Nocita). L'arrivo è previsto nel pomeriggio presso l' hotel Rifugio del Parco dove è prevista un'ottima cena a base di prodotti tipici dei Nebrodi.

12° giorno - ore a cavallo: 8
Questa e' probabilmente la tappa più bella, si snoda per più di 40 chilometri sulla "dorsale dei Nebrodi", tra monti, boschi e laghi, in un paesaggio di sorprendente bellezza. Subito si incontra il lago Maulazzo, sovrastato dal Monte Soro, la cima più alta dei Nebrodi (1847 metri) ricoperto da superbe faggete, poi il famoso lago Biviere di Cesarò, luogo di sosta di fauna migratoria.
Si prosegue lungo la "Dorsale" dove si alternano boschi lussureggianti che lasciano il posto a panoramiche radure, da cui a nord si vedono le isole Eolie ed a sud l'imponente cima dell'Etna e si arriva la sera stanchi ma soddisfatti all'Hotel Nebrodi, l'hotel piu' isolato dell'isola, antica dimora aristocratica a circa 1400 metri sul livello del mare, dove ci aspetta una ricchissima cena a base di prodotti locali.

13° giorno - ore a cavallo: 7
Colazione e partenza intorno alle 8:00. Dopo aver lasciato l’agriturismo e le sue colture di ciliegie, si rientra nei boschi e si scende nella valle dove nasce il fiume Alcantara, per poi risalire sull’altro versante ed uscire dal Parco dei Nebrodi dopo un paio di ore prima di attraversare il paesino di Santa Domenica di Vittoria e di proseguire a scendere e ragiungere molto più a valle il fiume Alcantara che si attraversa più volte in luoghi di una rara bellezza e si giunge in territorio di Castiglione di Sicilia (provincia di Catania) dove si trova il nostro agriturismo. Cena e pernottamento.

14° giorno - ore di cavallo: 6
Colazione e partenza intorno alle 9:00. Dopo aver attraversato una ricca e suggestiva zona agricola caratterizzata dalle sue colture di noccioli, ulivi e viti, attraverso stradine bordate da muretti a secco in pietra lavica, si entra nel Parco dell'Etne dove tra le colate più o meno recenti si passa da fantastici boschi di alto fusto di pini, querce e castani, grotte vulcaniche, panorami mozzafiato sui monti della Sicilia e della Calabria e si arriva alla pineta Ragabo a circa 1500 metri. Lì si effettua il picnic e si continua successivamente a salire attraverso boschi e colate laviche fino a Piano Provenzana (circa 1800 metri) e a secondo della stagione, delle condizione atmosferiche e vulcanologiche, si continua a salire fino ai crateri della grande eruzione del 2002 prima di scendere per la seconda sera all’Agriturismo San Marco, dove dopo un’ ottima cena trascorrerete l’ultima notte con le splendidi immagini dell'avventura vissuta impresse nella vostra mente ancora per tanto tempo

15° giorno - Partenza: Colazione e trasferimento in aeroporto o in qualunque altra località dell’isola.

 

Dal 23 giugno al 07 luglio 2018: Si offre l'opportunità di partecipare anche ad una sola tratta dell'intero trekking (da Corleone a Cefalù dal 01 al 08 o da Cefalù all'Etna dal 08 al 15)

Costi

I costi sono da intendersi a persona

Dal 1 Gennaio al 31 Dicembre

Stanza doppia: € 3500.00
Stanza singola: € 3850.00

La quota comprende:

  • 12 giorni di cavallo con guida equestre/culturale locale
  • 14 pernottamenti in agriturismo con cena completa e colazione
  • trasporto valigie in jeep
  • 12 pranzi sotto forma di picnic
  • trasferimenti da/per gli aeroporti
  • assicurazione
  • noleggio gambali ed elmetto.

La quota non comprende:

Tutto quello non indicato alla voce "la quota comprende"


Lascia un commento:


Condividi su Facebook:

"Tutte le attività" con partenza da Catania

Richiedi informazioni sul tour
"Transiciliana: Corleone - Etna"

X

Pagando un acconto pari al 20%


L'azienda

Info e condizioni

Link Utili

Scopri Sicilia


© In Sicilia Vacanze 2013 - 2018


Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.