qua vanno i suggerimenti

Enna

Castello di Sperlinga

Scale scavate nella roccia

Panorama dal castello

Il castello

Il castello fu edificato in epoca Normanna, tra l’XI e il XII secolo, su una vecchia fortificazione araba. La struttura, infatti, presenta ricercate soluzioni architettoniche e costruttive, capaci di sfruttare le preesistenti strutture rupestri e di farle coesistere con le opere murarie realizzate.

Il suo fascino, sta soprattutto nella sua costruzione direttamente sulla roccia, e la sua parte occidentale ricorda quasi la prua di una nave.

A partire dal XVII secolo, a causa di un ampliamento del borgo medievale, ne nasce l’attuale centro urbano di Sperlinga.

È l'unico castello in cui durante i Vespri Siciliani i soldati di Carlo I D’Angiò trovarono rifugio, all'interno della sua struttura interamente scavata nella roccia.

L’illustre costruzione, venne assegnata nel 1324 agli aragonesi alla famiglia Ventimiglia, per poi essere venduta al barone Giovanni Forti Natoli, nel 1597, che lo comprò per 30834 feudi. Nel 1862 passò alla famiglia del barone Nunzio Nicosia che nel 1973 lo cedette al comune di Sperlinga.

Da rilevare ancora oggi che all’interno del Castello, vi siano escavazioni progettate per funzioni astronomiche, tra cui la gestione della penetrazione del sole nel solstizio di inverno e d’estate e un silos dalle 12 nicchie con funzione di orologio solare.


Lascia un commento:


Condividi su Facebook:

Tutte le attività con partenza da Enna

Non sono presenti altri tour per questa categoria


L'azienda

Info e condizioni

Link Utili

Scopri Sicilia


© In Sicilia Vacanze 2013 - 2019


Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.