qua vanno i suggerimenti

Messina

Chiesa del Carmine

Un'antica foto della Chiesa

Facciata della Chiesa

La navata della Chiesa

Nei pressi dell’antica Via Porta Imperiale (oggi via Antonino Martino) sorge il Santuario della Madonna del Carmelo, più noto come Chiesa del Carmine: un tempio che richiama lo stile settecentesco tipico della Messina antecedente alle distruzioni del terremoto del 28 gennaio 1908. I religiosi Carmelitani, fissarono la loro prima dimora presso il torrente San Michele nel 1238. I Carmelitani, però, furono costretti a spostare la sede del proprio culto svariate volte a causa di guerre, peste, eccessiva pressione dei fedeli e movimenti tellurici. Particolarmente significativo fu quello del 1783, in cui la chiesa fu rasa del tutto al suolo. Poco a poco, la Chiesa fu ricostruita ad una sola navata, attingendo allo sfarzoso stile barocco.
Al giorno d’oggi, la Chiesa al suo interno è adornata di marmi policromi, colonne di marmo rosa e vetrate di mosaico raffiguranti scene mariane e della storia dell’Ordine e la sua pianta, a croce latina, è contornata da sette cappelle differenti.
Elementi singolari della chiesa, sono l’organo Tamburini (tra i più completi e belli della città di Messina) e il Campanile. Quest’ultimo presenta cinque campane, ognuna dedicata ad un santo diverso. Nonostante la sua altezza (15 metri), gode di una terrazza da cui si può ammirare uno stupendo panorama scorgendo il santuario di Montalto, il Sacrario di Cristo Re, il Campanile del Duomo e la Madonnina del Porto, fino ad arrivare all’incantevole stretto di Messina e l’antistante Calabria.


Lascia un commento:


Condividi su Facebook:

Tutte le attività con partenza da Messina


L'azienda

Info e condizioni

Link Utili

Scopri Sicilia


© In Sicilia Vacanze 2013 - 2019


Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.