qua vanno i suggerimenti

Messina

Taormina

Bellezza siciliana

Teatro Antico

Terrazza panoramica

Il duomo

Giardini pubblici

A circa 200 metri sul livello del mare, sul Monte Tauro, sorge un vero e proprio gioiello: Taormina.
La sua storia alterna periodi di grande bellezza e periodi di forte negatività e di depressione, ma tutto ciò ha contribuito a rendere la città di Taormina meta di particolare interesse per gente proveniente da tutto il mondo, regalandole una bellezza culturale e naturalistica unica nel suo genere.
L’arrivo dei Greci in Sicilia, nel 358 a.C. diede il via alla costruzione di “Tauromenion”. Risalente a questo periodo è il famoso Teatro Antico, costruito precisamente nel III secolo a.C., sfruttando la struttura morfologica della collina dove risiede il paese e contornato da un panorama affascinante dalla baia di Schisò a nord, fino al Vulcano Etna a sud.
Grazie alla dominazione Romana, molte delle rovine greche vennero risturtturate e aggiunte nuove opere architettoniche, trasformando anche il teatro in anfiteatro. Proprio in questo periodo, ad ogni modo, vennero realizzate le “Naumachie”, uno dei beni culturali più famosi della città.
A seguito della domniazione bizantina, passiamo a quella araba (dal non all’undicesimo secolo d.C.), invasione che va ricordata grazie alla costruzione del famoso Palazzo Corvaia. Infine, anche se le dominazioni Normanne e Spagnole non furono in grado di portare la città al suo massimo splendore, Taormina conserva comunque i luoghi e le tradizioni della Sicilia nord-orientale, un vero toccasana per tutti coloro che, in vacanza e non, hanno voglia di passare del tempo in assoluto relax, lasciando che sia la storia stessa a trapelare, senza sforzo alcuno, attraverso i vicoletti e le costruzioni tipiche di quest’unico gioiello.


Lascia un commento:


Condividi su Facebook:

Tutte le attività con partenza da Messina


L'azienda

Info e condizioni

Link Utili

Scopri Sicilia


© In Sicilia Vacanze 2013 - 2019


Questo sito utilizza cookie, tra cui cookie di terze parti legati alla presenza dei “social plugin”. Se vuoi saperne di più clicca qui. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina o cliccando qualunque suo elemento acconsenti all'uso dei cookie.